Un buon bicchiere di vino!

Un buon bicchiere di vino non si nega a nessuno. Anzi, è un piacere da re, aggiungiamo noi, purché siamo persone sane, adulte e non in felice attesa.
L’incontro del 15 febbraio scorso con Maria Luigia Troncon è stato importante per chiarire alcune questioni fondamentali sul mondo del vino. Cerchiamo di riassumerle con parole nostre, senza pretesa di esaustività.

Il vino è un composto di circa 600 sostanze differenti, le quali ne determinano le caratteristiche organolettiche. Insomma, un vino è buono perché è complesso.
Dopo l’acqua (85-90%) l’alcool è la componente quantitativamente più rilevante del vino. Ne influenza i caratteri organolettici – sapore, morbidezza, bouquet – perché sciogliendo le sostanze non solubili in acqua, le rende percepibili al palato.
Componente rilevante del vino sono gli antiossidanti che hanno nomi mitologici tipo flavoni, tannini, antocianine… ed interagiscono con l’aroma. A proposito di antiossidanti: è vero che sono sostanze positive per la prevenzione di malattie degenerative, ma sono presenti nel vino in quantità talmente irrisorie che dovremmo berne qualcosa come 200 litri al giorno perché l’apporto fosse significativo. (Quindi, meglio cercarli altrove.)

Altro fenomeno noto a tutti: il vino (e l’alcool in genere) dà sensazione di calore. Poiché provoca dilatazione dei vasi periferici del corpo, conseguente dissipazione del calore e diminuzione della temperatura interna, affidandosi all’alcool si rischia di sottovalutare le basse temperature e di assiderarsi. (Perciò, a meno che non siate sotto una valanga e scorgiate all’orizzonte un sanbernardo… alla larga dalle botticelle!).

Il vino, se assunto correttamente, ha però anche un paio di proprietà benefiche: abbassa il colesterolo cattivo nel sangue (e quindi protegge il sistema cardiovascolare) e diminuisce l’aggregazione di piastrine (riducendo i rischi d’infarto o trombi).

Tutto ciò premesso, il vino non è però un alimento. Non nutre: non dà alcun apporto nutrizionale significativo al nostro organismo. E non è perciò indispensabile.

Insomma, il vino non è un cibo: è un piacere. (E se non è buono che piacere è? recitava un tempo il buon Nino Manfredi). E come tale va considerato.
Ma, perché rimanga un piacere e non diventi un problema, va assunto in qualità controllata e nei momenti opportuni.
Per quantità controllata s’intende: massimo 3 bicchieri di vino al giorno per gli uomini, 2 per le donne ed 1 per gli anziani. Sono assolutamente esclusi gli adolescenti (almeno fino ai 15 anni) e le donne in gravidanza.
L’assorbimento dell’alcool è rallentato se l’assunzione avviene in piccole dosi e accompagnandola al cibo.

Quindi dovremmo ricordarci che il vino è meglio berlo a pasto o comunque accompagnato da cibi solidi. (Le tradizioni come l’ombra a tutte le ore – ma anche il buon calice aperitivo o l’happy hour – si mantengono solo se buone, sennò si possono anche cambiare.)

Il consumo di alcool al di fuori di queste elementari norme è uno dei principali fattori di rischio denunciati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Bastano 40 grammi d’alcool al giorno per gli uomini e 20-25 per le donne, per entrare in una spirale pericolosissima di assuefazione, pericolo per sè e per gli altri, danni permanenti ai sistemi nervoso, cardiovascolare, gastroenterico ed al fegato.

Perciò, convinti che il vino è un piacere che val la pena di permetterci ogni tanto, ci sentiamo di concludere, con la dottoressa Troncon e Doris Lessing:

La vita è troppo breve per bere del vino cattivo.

gb

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...